Pasqua 2020

Carissimi Amici di Monte alle Croci,

la pace del Signore Risorto vi raggiunga nelle vostre case!

 

Abbiamo celebrato il Triduo della santa Pasqua in modo molto particolare. Abbiamo sentito la vostra mancanza!

Celebrando tutta la liturgia di questi giorni in comunità, il pensiero e la preghiera si sono distesi fino a raggiungere ciascuno di voi, vicino o lontano. Pregando, ci siamo fatti voce di ognuno di voi!

La domenica delle Palme abbiamo cantato al Signore Gesù che entra in Gerusalemme e lo abbiamo acclamato: Osanna! Salvaci! E nella Santa Cena del giovedì abbiamo raccolto il dono di amore del pane e vino dati in perenne segno del suo amore e della sua presenza. Abbiamo ascoltato le sue parole, come una splendida lettera di amore, scritta poi con i fatti – che non volano, ma rimangono – presentati ai nostri occhi il venerdì, sul Calvario. Uno spettacolo inguardabile, negazione di ogni desiderio o sogno di vita, respingimento al mittente dell’inviato del Padre: “non abbiamo bisogno di te”. Ma Gesù è rimasto. E’ rimasto sotto la croce, è rimasto nel vuoto di senso del sepolcro, è rimasto tra i suoi Risorto. Che gioia! La vita ha vinto la morte. La Grazia ha vinto il peccato. La chiusura del cuore degli uomini è stata scardinata dall’amore di Dio!

Sentiamo che sono per noi le parole rivolte alle donne che vanno al sepolcro: “Voi non abbiate paura” (Mt 28,5). In questo periodo non mancano i motivi di paura o di scoraggiamento, ma noi guardiamo alla speranza infinita che nasce dal Signore Risorto.

A tutti vogliamo dire il nostro augurio di una santa Pasqua, piena di fede e di serena amicizia con Dio.

 

Cristo è risorto! Veramente è risorto! Alleluia!

 

Frati di San Salvatore al Monte alle Croci, Firenze